Super Vicki (1985-1989): Recensione

Super Vicki, sitcom statunitense andata in onda negli anni ’80 e successivamente riproposta con molte repliche

Super Vicki (titolo originale: Small Wonder) è una Serie Televisiva statunitense andata in onda dal 1985 al 1989.
La protagonista di questa storia è Vicki (Tiffany Brissette), un dolce Robot con sembianze umane femminili ideata e creata da Ted Lawson, che decide di portarla a casa e nasconderla, dichiarando a tutti e soprattutto agli insopportabili e sospettosi vicini -la famiglia Brindle- che è stata adottata.

I comportamenti di Vicki però sono ovviamente strani e per questo motivo si caccerà spesso nei guai. La vena comica della Serie è incentrata maggiormente sulla goffaggine della protagonista nel voler sembrare umana, il che causerà non pochi problemi alla famiglia Lawson, composta appunto da Ted (Dick Christie), Joan (Marla Pennington) e il loro figlio Jamie (Jerry Supiran), che instaurerà con Vicki un rapporto fraterno.
Altra chiave comica è la presenza di Harriet Brindle (Emily Schulman), vivace e invadente ragazzina pel di carota, innamorata pazza di Jamie e molto gelosa di Vicki.

Vicki, essendo appunto un Robot, aveva molte caratteristiche:
Velocità e forza inaudite.
presa elettrica sotto il braccio.
– il pannello di controllo dietro la schiena.
crescita, apprendimento e capacità di provare emozioni attraverso modifiche tecnologiche apportate da Ted Lawson.
tasto di spegnimento attraverso una lieve botta sul capo e facilmente collocabile dentro l’armadio.

super vicki

CURIOSITA’ e LEGGENDE METROPOLITANE:
– Per anni il cantante degli Smashing Pumpkins Billy Corgan è stato identificato come il protagonista della Serie Jamie Lawson, voci assolutamente prive di fondamento circolate in Italia
Verso la fine degli anni ’80 si era pensato alla produzione di uno spin off dal titolo Too Good to Be True, con protagonista Vanessa, robot cattivo progettato da Ted Lawson, apparso in qualche puntata di Super Vicki.
Idea accantonata a causa dell’improvvisa fine di Super Vicki per via degli ascolti molto bassi.

SEGUI MALATI DI CINEMA SU FACEBOOK

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *