I dieci fotogrammi più spaventosi della storia del Cinema

Abbiamo scelto per voi i 10 fotogrammi più spaventosi e terrificanti della storia del Cinema. Ovviamente ne tralasceremo molti, ma questi secondo noi sono veramente ad alti livelli di paura (sono film visti e rivisti speriamo di non aver spoilerato nulla!!!):

 

10- La scena finale del capolavoro Non aprite quella porta del 1974. Un’immagine carica di anni ’70 dal profumo di Texas:

 

9- La testa che esplode nel film Scanners. Come non citare David Cronenberg e il suo bellissimo film Scanners? Una scena e un fotogramma d’effetto!

 

8- Twin Peaks. La fotografia più famosa d’America. “Chi ha ucciso Laura Palmer”?

 

7- David Lynch è un maestro in questo, e Inland Empire ha sfornato parecchi momenti ansiosi e paurosi. Il fotogramma seguente ne è una prova:

 

6- Un Chien Andalou. Un’immagine che tutti gli appassionati conoscono. Una lametta e un occhio (di vitello) squarciato. Regia del grande Luis Bunuel:

 

5- Zombi 2. L’occhio dell’attrice Olga Karlatos trafitto da una punta di legno:

 

4- Pazuzu, feroce e cattivo demone del film L’Esorcista. Immagine che appare diverse volte in maniera sfocata specialmente nei sogni di Padre Karras:

 

3- Shining. Scena veloce e terrificante. Mentre Wendy in preda al panico corre per l’albergo fa la conoscenza di due loschi personaggi, un signore dalla nobile apparenza e uno vestito da orso in atteggiamenti esplicitamente sessuali. Sono due fantasmi dell’Hotel:

 

2- Profondo RossoLa famosissima foto dell’assassino/a ben visibile nello specchio:

 

1- La madre di Padre Karras del film L’Esorcista. L’immagine parla da sola. Il demone Pazuzu tenta in tutti i modi di far crollare psicologicamente il Prete, e questo è uno dei suoi tanti metodi:

Share

Luigi Tenzi

Sognatore, Vintage, Romano e Romantico a tempo perso. Amante degli anni '80, mi reputo un incoerente futurista che vive di ricordi. Cinema, Musica, Tatuaggi e Sport le passioni più grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti