Re-Animator (1985): Recensione

Re-Animator (1985)
Howard Phillips Lovecraft
 è considerato uno dei pionieri della Letteratura di stampo Horror/Fantascientifico.
Da un suo romanzo del 1922 intitolato “Herbert West, rianimatore” (titolo originale: Herbert West: Reanimator), nel 1985 è stata riversata su pellicola l’idea dello scrittore statunitense.
Siamo negli anni ’80 e di Fanta-Horror ce ne sono a profusione. L’allora giovane e promettente produttore Brian Yuzna scelse Stuart Gordon come sceneggiatore nonché regista del Film -al debutto sul grande schermo- e i risultati furono assolutamente entusiasmanti.

Herbert West è uno studente di medicina all’Università di Zurigo, pieno di ambizioni e con fame di successo. La sua folle ma geniale mente crea un siero capace di resuscitare i morti.
Effetto collaterale: il cadavere appena tornato in vita diventa improvvisamente un violento zombie voglioso di uccidere.
Espulso dall‘Università e accusato di aver causato la morte del suo Maestro, il Professor Gruber, lascia la Svizzera e si trasferisce negli Stati Uniti per cercare di migliorare e sperimentare, noncurante delle inevitabili conseguenze, coinvolgendo una coppia di giovani studenti e svegliando la sete di potere mai assopita dei docenti della Clinica Universitaria.

re animator
Una delle scene cult

“Re-Animator” è considerato un Cult per il suo genere, forte anche di ottimi effetti speciali da parte di Bret Culpepper, dove il sangue non viene risparmiato e il trucco è curato nei minimi dettagli.

L’esigua durata della pellicola e il ritmo abbastanza frenetico nei momenti clou sono un altro punto di forza.
In alcuni frangenti c’è anche spazio per momenti demenziali e comici, tipici degli Horror anni ’80.
Degna di nota la poco vestita Barbara Crampton nel ruolo di Megan, la fidanzata del protagonista Dan Cain, assistente di Herbert West.
La Crampton è una icona del Cinema Horror, avendo preso parte a parecchie produzioni dagli anni ’80 fino ai giorni nostri.

Brian Yuzna si occuperà della regia nei successivi Re-Animator 2 del 1991 e Beyond Re-Animator del 2003.

SEGUI MALATI DI CINEMA SU FACEBOOK

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *