Nekromantik (1987): Recensione

Nekromantik, film del 1987 diretto da Jörg Buttgereit e considerato tra i prodotti amatoriali più amati e ricercati dai fans

Nekromantik”, film Tedesco del 1987.

Pellicola molto controversa che vede come protagonista una coppia di fidanzati, collezionisti alquanto particolari: il loro hobby infatti è quello di accumulare resti di organi umani, approfittando del fatto che l’uomo lavora come pronto intervento negli incidenti stradali.
I due, non accontentandosi di ciò che hanno e per dare una svolta estrema al loro rapporto malato, hanno la brillante idea di mettere in casa un cadavere vero e proprio, usandolo come oggetto sessuale in una sorta di folle Ménage à trois e ciò comporterà anche squilibrio all’interno della coppia stessa con la donna sempre più attratta dal corpo in decomposizione e l’uomo geloso e frustrato. 


Esordio col botto del regista Tedesco Jörg Buttgereit che in seguito girerà altri lungometraggi “low budget” come Schramm e Der Todesking.
Per via della tematica e della crudezza, il film non ha mai avuto un rilievo importante nel mercato dell’Home Video ritagliandosi però uno spazio incredibile tra gli appassionati del genere, proclamandolo dunque film CULT.

Senza dubbio ci troviamo di fronte ad un argomento poco trattato nel mondo della
 Celluloide e per questo ancor più apprezzato dagli amanti del proibito, con l’aggiunta del prodotto indipendente e amatoriale che lo impreziosisce rendendolo di nicchia.

In
 Italia non è mai uscito ma si trovano DVD sottotitolati.
Nel 1991 ci sarà spazio per il sequel sempre diretto da Buttgereit, dal titolo Nekromantik 2.

SEGUI MALATI DI CINEMA SU FACEBOOK

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *