John Wick – Capitolo 2 (2017): Recensione

John Wick – Capitolo 2, 2017

Regia: Chad Stahelski

Genere: azione, thriller

Cast: Keanu Reeves, Riccardo Scamarcio,
Claudia Gerini, Ian McShane. 

 

In breve si tratta di un’americanata davvero ben fatta. Un film “ignorante” ma stiloso, ovvero senza troppe parabole intellettuali, quindi caratterizzato solo da azione nel senso più classico del termine, ma fatto con stile grazie a un protagonista particolare e un contesto bizzarro, e sopratutto a un attore professionale e meticoloso nella cura delle mosse.

Keanu Reeves dimostra di essere anche uno stunt coi fiocchi e ovviamente domina la scena come anche nel primo capitolo. Apprezzata l’apparizione di Claudia Gerini, seppur per pochissimi minuti. Invece, Riccardo Scamarcio purtroppo non si discosta dal suo stile recitativo e rimane un attore poco in evoluzione.

Tuttavia probabilmente al cinema non fa bene aggiungere ancora personaggi come John Wick, poichè non è un protagonista originale, ma anzi ce ne sono a dozzine. Va detto però che solo pochi sono costruiti come quello di John Wick. Il pregio di questo secondo capitolo non sta nelle scazzottate e nelle sparatorie d’autore, ma in alcune sequenze interessanti, giochi di luci e fotografia mozzafiato.

Per quanto riguarda la sceneggiatura, l’asse Roma-New York non funziona perchè si presenta solo come un background classicista e citazionista. Per il resto è tutta roba già vista. Se il primo capitolo di John Wick ci aveva mostrato il dramma umano di un uomo in cerca di vendetta, qui si vede quanto l’assenza di scrupoli sia essa stessa una tragedia vera e propria. Ma questo tentativo di maggiore profondità è decisamente al di sopra delle capacità registiche e di sceneggiatura.

Insomma se volete vedere una tamarrata, la migliore sulla piazza è John Wick 2.

 

SEGUI MALATI DI CINEMA SU FACEBOOK

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *