IDM Film Commission sarà presente con due film alla 70° edizione del Festival di Locarno

“Three Peaks” di Jan Zabeil con Bérénice Bejo e “Iceman” di Felix Randau che vede nel cast Franco Nero, sono in concorso nella Sezione Piazza Grande. Entrambi sono stati sostenuti dal Fondo altoatesino per le produzioni, girati in Alto Adige e prodotti dalla casa altoatesina Echo Film.
Nella sezione Semaine de la Critique invece “The Poetess” di Andreas Wolff e Stefanie Brockhaus, progetto selezionato all’interno del programma di IDM FINAL TOUCH #2.

La prestigiosa kermesse svizzera quest’anno ospiterà in concorso nella sezione Piazza Grande 2 opere sostenute da IDM Film Commission e girate anche in Alto Adige. Entrambe le pellicole, Iceman di Felix Randau e Three Peaks di Jan Zabeil, sono co-produzioni internazionali che hanno come partner italiano l’altoatesina Echo Film. Il documentario The Poetess di Andreas Wolff e Stefanie Brockhaus, finalisti della seconda edizione del programma annuale di IDM, FINAL TOUCH #2: INTENSE FEEDBACK FROM EXPERTS, e vincitori dell’ARRI Media Post-production PRIZE, è stato invece selezionato nella Semaine de la Critique. 
Le vicende di Iceman di Felix Randau sono ambientate 5000 anni fa, prendono spunto da Ötzi, l’uomo del Similaun, la cui mummia fu rinvenuta nel 1991 tra i ghiacci delle Alpi altoatesine. La troupe ha girato proprio negli scenari delle Alpi Venoste: tra le varie location anche Val Senales, Val Passiria e Passo Rombo. Il film, che vede nel cast Juergen Vogel (Good Bye Lenin!, L’Onda) e Franco Nero, è un coproduzione internazionale tra la bolzanina Echo Film, le case di produzione tedesche Port au Prince & Kultur Produktion e Lucky Bird Pictures e l’austriaca Amour Fou. Il film è stato sostenuto da IDM con un finanziamento alla produzione di 560.000,00 Euro.
Three Peaks di Jan Zabeil vanta un cast internazionale con Bérénice Bejo e Alexander Fehling. Nella pellicola Thomas e suo figlio Tristan si ritrovano a fare una gita in montagna, sulle famose Tre Cime di Lavaredo, per cercare di ricucire un rapporto ormai compromesso; con loro anche la sua nuova compagna Lea. Problemi inaspettati si verificano e la situazione degenera quando Thomas e Tristan si perdono in una fitta nebbia. Anche questo film è una coproduzione internazionale, tra l’altoatesina Echo Film e la tedesca Rohfilm, che ha ottenuto un finanziamento alla produzione da IDM di 350.000,00 Euro.
The Poetess è un documentario su Hissa Hilal, casalinga dell’Arabia Saudita divenuta celebre per aver partecipato al prestigioso concorso “Million’s Poet” di Abu Dhabi; le sue poesie, declamate da dietro un impenetrabile velo niqab, si scagliano contro il terrorismo e il fanatismo religioso. I due registi Andreas Wolff e Stefanie Brockhaus hanno partecipato con questo progetto al programma formativo annuale di IDM FINAL TOUCH #2: INTENSE FEEDBACK FROM EXPERTS, un’iniziativa che – all’interno del Bolzano Film Festival Bozen – dà l’opportunità ad alcuni giovani filmmaker selezionati di partecipare a sessioni di mentoring personalizzate con esperti qualificati, per lavorare al meglio sui loro progetti, in fase finale di sviluppo, ed esordire con successo. Il documentario si è aggiudicato anche la prima edizione del FINAL TOUCH ARRI Media Post-production PRIZE che consiste in un riconoscimento di 5.000,00 Euro in servizi di post produzione.
SEGUI MALATI DI CINEMA SU FACEBOOK
Share
Vai alla barra degli strumenti