Il Principe cerca moglie: in arrivo il sequel?

Il Principe cerca moglie (Coming to America) molto probabilmente avrà un sequel. Sono molte le voci che vogliono Eddie Murphy di nuovo nel ruolo del principe Akeem

Una notizia dal gusto vintage ha scaldato i cuori di milioni di persone: tramite un presunto post dall’account Twitter di Eddie Murphy, rimosso dopo poco tempo, sarebbe in fase di stesura la sceneggiatura del sequel de “Il Principe cerca moglie” (titolo originale: Coming to America).
Le voci potenziate dai rumors vedono l’attrice Vanessa Bell Calloway la principessa Imena Izzi del primo- entusiasta di questa nuova avventura.

Secondo quanto riportato da The Tracking Board, Barry Blaustein e David Sheffield, sceneggiatori del film del 1988, sarebbero stati contattati dalla Paramount per scrivere anche il sequel.
Nessuna notizia concreta riguardo la presenza di Eddie Murphy ed Arsenio Hall, ma è impossibile non vedere i due personaggi principali all’interno di un progetto simile.

Seguiranno sicuramente nuovi aggiornamenti che potrebbero uscire a breve, speranzosi di una conferma ufficiale.

Il Principe cerca moglie è un film del 1988 diretto da John Landis con Eddie Murphy ed Arsenio Hall incredibili trasformisti, presenti in più ruoli. 
Oltre ai protagonisti principali interpretati dai due, indimenticabili i personaggi del cantante “lontano cugino di Michael Jackson” Randy Watson, del barbiere racconta balle Clarence, dell’ebreo (italiano nella nostra versione) Saul da parte di Eddie Murphy e del Reverendo Brown, di Morris, parrucchiere scansafatiche, e del travestito presente nel Bar, personaggi di uno straordinario Arsenio Hall.
Presenti in modi differenti nella pellicola un giovanissimo Cuba Gooding Jr, un ancor “poco più di comparsa” Samuel L. Jackson e la genialata dei fratelli Mortimer e Randolph Duke (Don Ameche e Randolph Bellamy), barboni dopo i fatti di Una poltrona per due (bellissimo l’intreccio con i due film diretti entrambi da John Landis ed interpretati da Eddie Murphy).

SEGUICI SU FACEBOOK

Share
Vai alla barra degli strumenti