A Martin Scorsese non vanno a genio i film Marvel


Martin Scorsese, in occasione della première di The Irishman al New York Film Festival, ha dichiarato che i Film sui supereroi non sono Cinema.
Più precisamente, dopo avergli chiesto quale fosse la sua opinione al riguardo e se ne avesse visto qualcuno, la leggenda di Elizabeth Street ha risposto:

“Ci ho provato, sai? Ma non è Cinema. […] Onestamente, il meglio che posso pensare, per quanto siano fatti bene, con gli attori che fanno del loro meglio nonostante le circostanze, è che sono dei parco giochi. Non è il Cinema di esseri umani che cercano di trasmettere emozioni ed esperienze mentali a un altro essere umano.”

Ovviamente le risposte non si sono fatte attendere.

Robert Downey Jr. (Howard Stern Show):
“Apprezzo la sua opinione, perché, come su tutto, è importante avere diversi punti di vista in modo tale che possiamo metterci d’accordo e andare avanti.”

Oltre alla fenomenale risposta da paraculo dell’ex Iron Man, sono arrivate anche quelle di:

Samuel L. Jackson (Grand Opening dei Tyler Perry Studios):
“Voglio dire, è come dire che Bugs Bunny non è divertente. I Film sono Film. C’è anche gente a cui non piace la roba che fa lui. […] Tutti hanno un’opinione, va bene così. Di certo non fermerà nessuno dal fare Film.”

James Gunn (Twitter):
“Martin Scorsese è uno dei miei 5 cineasti preferiti ancora in vita. Ero oltraggiato quando la gente picchettava L’Ultima Tentazione di Cristo senza aver visto il Film. Mi rattrista sapere che ora sta giudicando i miei film nella stessa maniera.”

Kevin Smith (Yahoo Entertainment):
“Martin Scorsese probabilmente non ha lo stesso legame emotivo con quei film che ho io. Quando vede quei film, lui è tipo ‘quello è un parco giochi’. Quando li vedo io, è come se mi avvicinassi il più possibile a quello che era andare al Cinema con mio padre. Rispetto la sua opinione, ma non credo che abbia lo stesso legame che molti di noi hanno. […] Sono gli uomini e le donne nel film quelli a cui ci leghiamo, non alla parte ‘super’.”

Credo che tutto questo sia solo un fraintendimento gigantesco.
Quello che Scorsese intendeva dire è che quei Film non hanno valenza artistica.
Per capirci: i Film di Cristopher Nolan.
Grande valenza commerciale e grande valenza artistica. Tanti incassi, tanta arte.
Logicamente questo non è applicabile ai film Marvel, poiché hanno incassi mostruosi, ma artisticamente valgono veramente poco. Pensate che alcune scene (normalissime scene di dialogo, in normalissime ambientazioni) le girano con lo schermo verde, in tre location diverse, in tempi diversi, e poi mettendo tutto assieme in post-produzione. Oppure possiamo parlare del fatto che quasi la totalità dei Film della Marvel non ha carattere o sfumature stilistiche. Oppure del fatto che alla maggior parte degli attori non è permesso leggere il copione.
Ma nonostante queste schifezze Cinematografiche, sono belli. Intrattengono.
E non è cosa da poco.

Ora vorrei porvi una domanda…

Martin ha torto, o ha solo usato le parole sbagliate per descrivere la realtà dei fatti?

(ph immagine in evidenza: joblo.com)

Vai alla barra degli strumenti