Vai alla barra degli strumenti

Coronavirus: Netflix riduce la qualità


Netflix ha annunciato che per via della enorme richiesta di dati internet, causata dalla quarantena per sconfiggere il Coronavirus, ridurrà la qualità da alta definizione a standard per il bene di tutti.
La decisione è stata presa dopo che il deputato Europeo Thierry Breton ha discusso con il CEO di Netflix, Reed Hastings, chiedendogli di ridurre la qualità per ridurre le congestioni della reti internet durante la pandemia scatenata dal Covid-19.

Un portavoce della compagnia di streaming ha comunicato a Variety: “In seguito a discussioni tra il deputato Thierry Breton e Reed Hastings – e date le straordinarie sfide che sta portando il Coronavirus – Netflix ha deciso di ridurre il bit rate [e di conseguenza la qualità video, ndr] di tutte le nostre trasmissioni in Europa per 30 giorni” , inoltre ha aggiunto: “Stimiamo che questo ridurrà il traffico internet sulle reti Europee di circa il 25%, pur assicurando una buona qualità per i nostri abbonati”

Netflix afferma che un’ora di streaming in definizione standard necessita di 1 gigabyte, mentre la stessa in alta definizione ne necessita 3.
Inoltre Netflix ha il 31% della sua utenza globale in Europa, pari a 51,8 milioni di utenti.
Questa decisione avrà un grande impatto sulla stabilità delle connessioni internet nel vecchio continente, importantissime per chi ha la possibilità di lavorare da casa – o meglio, tramite computer – e di conseguenza non paralizzare ulteriormente l’economia.