Vai alla barra degli strumenti

10 Minutes Gone (2019): Recensione

10 Minutes Gone, recensione del film diretto da Brian A. Miller con protagonista Bruce Willis. Uscito negli States il 27 settembre 2019

VOTO MALATI DI CINEMA 0 out of 10 stars (0 / 10)

10 Minutes Gone, diretto da Brian A. Miller (Vice, Reprisal), è un film – anche se chiamarlo film mi sembra un’offesa al Cinema – fatto a mo’ di serie televisiva Americana a basso budget.
Letteralmente.

Frank Sullivan – interpretato da Michael Chiklis (I Fantastici 4, Gotham) – è un esperto rapinatore che non ha mai sbagliato un colpo.
Durante una rapina andata male, suo fratello viene ucciso e lui perde i sensi. Al risveglio non ricorda come la rapina sia andata male e chi abbia fatto fuori il fratello.
Al suo capo, Rex – interpretato da Bruce Willis – interessa solo avere il bottino della rapina che ha organizzato.
Frank dovrà scoprire chi lo ha tradito durante la rapina, vendicare il fratello, scampare al sicario mandato da Rex – interpretato da Lydia Hull (Bus 657, Broken City) – e trovare la refurtiva.

Purtroppo qui manca veramente tutto.
La sceneggiatura scritta da Kelvin Mao e Jeff Jingle sembra qualcosa scritta in mezza giornata.
La regia di Miller è anche peggio. Non c’è un movimento di camera studiato o almeno decente, la direzione degli attori è completamente inesistente (tale che sembra stiano provando dei monologhi davanti allo specchio) e non c’è stato nemmeno l’impegno di cercare di dare un ritmo alle scene.
La fotografia di Peter Holland (In Like Flynn, StartUp) è quella di una serie tv a basso budget.
Per quanto riguarda la recitazione, con una produzione così, in cui tra l’altro figurano ben 24 (ventiquattro) produttori nei crediti, sarebbe stupido criticare le performance degli attori.
Quello che invece può essere criticato – e questo vale non solo per gli attori, ma anche per gli altri filmmakers – è aver preso parte a questa tragedia cinematica.

Se consideriamo pellicole a bassissimo budget che hanno fatto la storia come Pulp Fiction (1994) e Memento (2000), opere di due registi a noi tutti cari, è intollerabile offrire al pubblico un film scadente dove, chiaramente, non c’è stato neanche l’impegno di cercare di fare un buon film.
10 Minutes Gone dura 89 minuti, e vi caldeggio di utilizzare questo tempo più saggiamente;
Fate altro oppure vedete un altro film, perché questo non merita.