Vai alla barra degli strumenti

The Boys – Seconda Stagione (2020): Recensione

The Boys, recensione della Seconda Stagione uscita nel 2020 sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video

VOTO MALATI DI CINEMA 7 out of 10 stars (7 / 10)

Quando i supereroi sono cattivi e sanguinolenti, è tutta un’altra storia.
La seconda stagione di The Boys – somministrata con un cucchiaio a settimana… – si rinnova, mantenendo tutte le caratteristiche che l’hanno resa un must.

C’è tutto quello che c’era nella prima: Grande caratterizzazione dei personaggi, litri di sangue, personaggi secondari grandiosi, filoni narrativi fantastici e raccontati come si deve.
Ma soprattutto vi si può trovare tutta una serie di questioni introdotte nella prima stagione e, volutamente, mai risolte.
Nonostante sia un metodo di produrre discutibile – oltre che possibile solo su serie che si è praticamente sicuri funzioneranno – a questo giro ne è stato fatto un uso particolare;
Partendo da quelle storie solo introdotte, i filmmakers hanno deciso di voltare il timone verso un approccio molto più rivolto ai personaggi che alle loro vicissitudini e malefatte.

La violenza c’è sempre… ma in minor quantità, e assume una forma estremamente rilevante per la caratterizzazione. Lo so, letta così non ha senso, ma guardate la scena d’amore tra Patriota e Stormfront (interpretata da una fortissima Aya Cash) e poi mi dite.
Anche il resto della serie assume una nota molto meno aggressiva e più improntata sul raccontarci effettivamente qualcosa di più complesso, il tutto foraggiato da numerosi, e fantastici, oltre che ispirati a chiari personaggi della vita reale, personaggi secondari.
Questi, oltre a gettare le basi per quella che sarà la terza stagione, sono una manna dal cielo per portare la serie su nuovi binari e conoscere meglio i personaggi già stabiliti.

Tra le note negative troviamo le location, ormai sempre le stesse, e la cinematografia che – seppur molto bella – è rimasta assolutamente invariata… non è migliorata, non è peggiorata, non è stata espansa… identica.
Ormai è chiaro che Amazon punta tanto su The Boys, in quanto essendo un prodotto assolutamente unico garantirà un ritorno piuttosto sostanzioso per la loro piattaforma, motivo per cui mi auguro solo che non venga rovinata in nome di stupide scelte di marketing essendo un prodotto ribelle, affascinante e sfacciato.

“Hey, man. Want a Fresca?”